<< Scoprire Santiago di Cile >>

Buongiorno!
Succede che sei in una città con una luce dorata meravigliosa, una città che profuma di oleandri di hibiscus e di cultura. Una città dove i tassisti ascoltano musica degli anni ’80 e tu canti mentre viaggi.
Succede che hai i piedi gonfi per il caldo, però in ogni dove trovi un angolo dove riposarti all’ombra, bere un po’ d’acqua, mentre un’arietta fresca e delicata ti fa dimenticare la temperatura di 34°C.
Poi arrivi al Museo de Arte precolombino e trovi i famosi Chemamulles, statue di legno usate per adornare le tombe degli indigeni Mapuches e capisci che sono diversi da quelli Rapa Nui.
Dopo trovi i cappellini che gli indigeni facevano circa mille anni fa e pensi che sembrano della collezione autunno-inverno dell’anno scorso. La forma e i colori sono bellissimi e li indosseresti volentieri.
Entri nella cattedrale e ti senti in Italia, solo che ascolti l’Ave Maria in spagnolo.
Infine, succede che sei in una città che, come direbbero i Toscani, ti garba parecchio, e non importano i piedi gonfi perché la voglia di scoprirla é sempre più forte.
Besos y que tengas un dia maravilloso.
Cata, desde el sur del planeta.
Advertisements
%d bloggers like this: