[ Intelligenza emozionale ]

Buongiorno!
La creatività di che cosa si nutre? Come si può diventare più creativi? 
Sono convinta che la creatività si nutre della “gioia” 
e si diventa più creativi quando si hanno emozioni piacevoli. 
Certamente questa teoria funziona per me, ognuno è creativo a modo suo.
Nel mio lavoro come fotografa bisogna imparare
 a osservare la luce, le ombre, le sfumature, i riflessi negli occhi delle persone.
Nella pittura come nella fotografia colori, luce, ombre,
 contrasti sono concetti molto importanti.
Quando sono stanca, arrabiata, triste o un po’ annoiata
 mi rendo conto che le foto riflettono questo mio stato d’animo
 e non mi piacciono.Invece quando sono allegra, di buon umore
 e positiva penso che le mie foto siano migliori.
Le emozioni condizionano il risultato del mio lavoro,
 forse non è molto professionale dirlo, forse dovrei 
dire che anche se sono stanca dovrei riuscire a fare una bella foto,
 ma nel mio caso NON è così.
Sono emotiva!
Mi appassiona il colore, i volumi, le forme, 
le testure ed è per questo che questa settimana ho deciso
 di cominciare un corso di disegno e pittura. 
3 ore a settimana dedicate a imparare, a rilassarmi, a 
sentire il profumo della gioa di creare.
 Imparare qualcosa di nuovo, regalarsi del tempo per creare, 
credo sia un diritto e anche un dovere 
e nel mio caso una necesità per nutrire la mia anima creativa.
La creatività di che cosa si nutre? Come si può diventare più creativi?
Sono convinta che la creatività si nutre della “gioia” 
Cata, muy feliz!
Ps:  Emotional intelligence (EI) refers to the ability to perceive, control and evaluate emotions.
 Some researchers suggest that emotional intelligence can be learned and strengthened,
 while others claim it is an inborn characteristic.
*
[ photo by Catalina Alvarez photography ]
%d bloggers like this: