[ Profumo di ricordi ]

Le domeniche pomeriggio, verso le cinque, mia nonna scendeva in cucina con il suo mazzo di chiavi legati con un nastro bianco. Aveva la dispensa chiusa a chiave, forse per evitare tentazioni ai suoi 4 figli. Farine, dolci, pasta, riso, cioccolatto, caffè e tutte le conserve fatte da lei sistemate in ordine e con una estetica che ancora oggi ricordo benissimo.
Prendeva il suo grembiule e cominciava a preparare “las onces” per tutti noi nipoti.
Ricordo particolarmente quelle con “pandeyucas e chocolate caliente”
Ah! quell’inebriante profumo di cioccolatto mescolato all’inconfondibile aroma del pandeyuca appena sfornato era una meraviglia.

Quando si vive per tanto tempo lontano dal paese dove si è nati, nel mio caso quasi 12 anni, ritrovare certi profumi, certi sapori può essere un’esperienza quasi mistica.

Questo fine settimana ho provato a fare lo stesso che faceva mia nonna molti anni fa per me e i miei cugini in quei indimenticabili pomeriggi di domenica.
Sì, quello che si vive da piccoli rimane impresso in maniera indelebile nella nostra mente, e soprattutto nel nostro cuore.
[photos by me]
Le domeniche pomeriggio mia nonna preparava “pandeyucas con chocolate caliente” e io questo fine settimana grazie a un profumo, sono ritornata indietro nel tempo!
Bei ricordi… con sapore di “pandeyuca”
Buon inizio settimana
Cata
Advertisements

11 comments

  1. Anna Perini says:

    Cata credo che molto spesso più dei genitori i nonni lascino segni ben impressi nella memoria!
    Credo che siano i rituali e movimenti ben consolidati, la pratica, la costanza e la pace con cui i nonni fanno certi lavori a penetrare dentro di noi per non lasciarci più!
    Detto questo salterei dentro al video per assaggiare prima di tutto quei due pezzetti di cioccolata e poi quella….diciamo Briosche!!!!!!!
    Buona settimana.
    Anna

    Like

  2. FEDERICA says:

    Che dolce Cata…io sono praticamente cresciuta insieme ai miei nonni materni. Ho passato infatti tantissimo tempo insieme a loro mentre mamma e papà lavoravano…e se sono la donna che sono oggi lo devo anche a loro; Mi hanno insegnato alcuni dei valori più importanti…

    Like

  3. Michela says:

    Non ho avuto la fortuna di conoscere molto i miei nonni… ricordo ancora bene però il profumo del sugo di pomodoro che ogni giorno mia nonna cuoceva a lungo e il suo sapore sul pezzetto di pane che faceva sempre assaggiare a me e mia sorella! Grazie Cata per aver condiviso i tuoi ricordi e aver rievocato i miei 😉

    Like

  4. mely says:

    Andare avanti ed indietro nel tempo, usando i ricordi, gli odori, i sapori, è una delle cose più belle della vita

    Like

  5. Soribel says:

    dolce cata, che bel ricordo che hai condiviso con noi.. tesoro, io aspetto cmq il pacco con la farina!!! ahahahahha!!!! 🙂 scherzo!!
    magari provo a cercarla, in qualche negozio etnico sicuramente la troverò!! un baciotto

    Like

  6. Che bei ricordi e emozioni! Immagini da godere con gli occhi e che vengono alla mente, mescolandosi con i ricordi della mia nonna! Grazie per aver condiviso, Cata!

    Like

  7. Hola querida Cata es de tanto que no te escribo este post es hermosos los recuerdos de los abuelos quedan siempre dentro de nuestros corazones aùn màs quando estamos lejos de nuestra casa, yo creci junto a mi abuela materna la extraño porque ya son 4 años que no la a veo, pero cada vez que pienso a ella veo su sonrisa y alegrìa !!! Este pancito deve ser esquisito… un fuerte abrazo a distancia, Claudia

    Like

  8. Meraviglioso Cata…le nonne sono state davvero un regalo del cielo..!
    Buona giornata
    Mugita

    Like

  9. Krabbelure says:

    Hey. How nice of you to leave a comment on my blog 🙂 Tank you very much ! Love.

    Like

  10. Hi Cata!
    Thank you for the kind words you wrote om My blog <3

    Your bakings look VERY yummie!!

    Have a beautiful day/ Malin

    Like

  11. Qué pinta tan buena y que sencillito. Creo que me voy a animar a probar.

    Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: