[ Perseveranza e cupcakes ]

per|se|ve|ràn|za: caratteristica di chi persevera, non si arrende di fronte alle difficoltà per il raggiungimento di un obiettivo.
Perseverare! che parola meravigliosa.
Sperimentare, provare, non preoccuparsi di sbagliare, imparare dagli errori, ma continuare sempre.
Non sono pasticcera, però adoro fare sperimenti culinari, volevo qualcosa di salato per fare colazione e così ho cercato una ricetta di cupcakes salati per provarla.
**Ricetta per 12 cupcakes**
     220 gr. farina
     1 cucchiaio di zucchero di canna
     1 cucchiaio lievito in polvere
     1/2 cucchiaino sale
     250 gr. di formaggio
     3 cucchiai di  cavolo nero (o altra verdura, io adoro il cavolo 🙂 )
     1 uovo
 (i vegetariani possono rimpiazzare l’uovo con 
un cucchiaio di maizena mescolato con 3 cucchiai di acqua tiepida)
     220 ml. latte
     35 ml. di olio

 Per preparare i nostri muffin salati uso due ciotole, in una mescolo tutti gli ingredienti secchi: farina, zucchero, lievito e sale. Grattugiare il formaggio e tritare il cavolo nero in piccoli pezzi. In un’altra ciotola mescolare gli ingredienti umidi: l’uovo, il latte e l’olio, amalgamare finché non otteniamo una miscela uniforme.
A questo punto, aggiungere gli ingredienti umidi a quelli secchi mescolando fino a quando le due masse non si siano integrate, ma senza mescolare troppo, perché potrebbero perdere la sofficità.
Aggiungere il formaggio e il cavolo nero, sarà una massa un po’ densa.
 Riempire gli stampini con 2/3 di massa e introdurre nel forno, preriscaldato a 190°per 20-25 minuti.

Dopo di che, toglierli dal forno e lasciarli raffreddare su una griglia.


Come sono molto golosa di formaggio, ho comprato uno spalmabile, l’ho messo dentro la saccapoche e con la punta fina ho decorato il sopra dei cupcake aggiungendo dopo un po’ di pepe.
Non sono perfetti, ma hanno un ottimo sapore. Mi sono divertita a farli e ho pensato alla parola “perseverare” mentre li preparavo… Sì, non bisogna mai arrendersi se all’inizio di un lavoro si sbaglia.
Perseverare, che bella parola!
Buona giornata!
Advertisements
%d bloggers like this: