[ L’insuperabile maestria dell’ospitare ]

Mio nonno mi diceva sempre che le cose classiche non passano mai di moda.
Abito in Toscana da 6 anni e trovare luoghi classici e storici non è per niente difficile, questo territorio è ricco di storia e di tradizione.
Montecatini Terme è una città bellissima ed è lì dove vi voglio invitare oggi. 
Montecatini ha avuto molti ospiti illustri, nel passato come nel presente: Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, Rose Kennedy, Spencer Tracy, Winston Churchill, Edward duca di Windsor e sua moglie Wallis Simpson, il Principe Ranieri di Monaco e Grace Kelly, Audrey Hepburn, Farah Divah, Henry Moore e tanti altri, artisti e attori famosi.
Tutti questi personnaggi hanno scelto per il loro soggiorno a Montecatini il Gran Hotel La Pace, che dal 1870 con la sua meravigliosa struttura stile liberty ha incantato tutti. 
Più di 100 anni d’ospitalità, di saper rendere contenti gli ospiti, di lavoro di squadra, di eleganza e raffinatezza, di splendidi menu, di aneddoti, di storia d’Italia.

Conoscere quest’albergo per me è stata una scoperta fantastica, leggere la sua storia e fotografare le sue camere e i suoi collaboratori mi ha ispirato moltissimo.

Ho avuto il piacere di conoscere gli addetti alla cucina, i camerieri e il maitre, elegantissimi e professionali, la simpatica governante con le signore di servizio, il direttore, gli incaricati alla reception, persone che con il loro lavoro e la loro gentilezza fanno dell’Hotel la Pace un luogo di 5 stelle, un albergo dove ogni dettaglio è curato e delicatamente sistemato.

Per rappresentarlo, mi piaceva l’idea di una donna vestita anni ’50, una donna femminile ed elegante, che ricordasse il garbo e la raffinatezza degli illustri ospiti del passato. 
 

Ho trovato la mia modella perfetta 
nella bellissima e simpatica Ambra, reservation manager dello stesso albergo, che senza dubitarlo ha accettato la proposta di posare per me.
Ambra è colei che si prende cura degli ospiti sin dal momento della prenotazione.
Ospitare, accogliere, servire, gradire, accontentare, rispettare: parole che formano parte del lavoro di queste stupende persone. 
Persone, che ogni giorno camminano per lo stesso giardino dove Giuseppe Verdi finì di scrivere il suo Otello, lo stesso giardino amato da Winston Churchill e sua moglie, persone, che sistemano e preparano le camere come quella suite che negli anni ’50 ospitò Grace Kelly, princessa di Monaco in viaggio di nozze con il principe Ranieri, persone, che guardano tutti i giorni gli stupendi affreschi di Galileo Chini nella sala da ballo, persone, che come i loro predecessori stanno scrivendo la storia di questo illustre albergo.
Sì, mio nonno aveva ragione, le cose classiche non passeranno mai di moda e saranno sempre d’ispirazione.
Il Gran Hotel la Pace è un posto classico, ed io sono grata d’averlo visitato da vicino.
Un luogo storico con uno sguardo rivolto al futuro, in cui tante generazioni hanno imparato l’insuperabile maestria dell’ospitare.
Per uno dei miei lettori, è gentilmente offerto dall’Hotel la Pace un soggiorno in coppia per una notte in una suite.
[Da scegliere fra il 1° ottobre 2011 e il 30 settembre 2012, chiedendo prima la disponibilità]
Per partecipare al sorteggio lascia un commento in questo post raccontandoci quale è per te un posto classico che hai visitato o ti piacerebbe visitare e linka questo post sul tuo blog.
I commenti saranno chiusi giovedì 15 settembre 2011 alle ore 8,00 p.m ora locale e il vincitore sarà annunciato venerdì 16 settembre. Userò il programma random number. 
Buona fortuna e grazie per visitare il mio blog.
Altre foto dell’albergo qui
*****
Un ringraziamento speciale a:
– Danila Sarni, sales & marketing manager Hotel la Pace.
– La modella, Ambra, reservation manager Hotel la Pace.
– Anna Cecchi Smith di Hairgames Studio per il trucco e la pettinatura.
– Bonvicini per l’abito,
e a tutto il personale dell’albergo per la simpatia e la disponibilità.
Advertisements
%d bloggers like this: