Tortillas de maiz

 Quando ero piccola facevo colazione con “Arepas con Mantequilla” (Tortilla di mais e burro), alcune volte acompagnata da una bella tazza di cioccolato caldo e un pezzettino di formaggio.
Ricordo ancora il profumo del cioccolato bollente e il tintillio del “Molinillo” (aggeggio che si utilizzava per mescolarlo)
 
 In questi giorni ho provato a fare una cosa simile a “las Tortillas”.
Ho trovato questa ricetta in rete e ho aggiunto farina di mais e burro invece dell’olio.
Tagliata a forma di stelline, le ho preparate come snack da passeggio, una delizia!
 Sono convinta che cucinare sia una terapia meravigliosa e divertentissima.
Alcune volte vengono dei capolavori, alcune volte no, ma sempre s’impara qualcosa.
Vi auguro una giornata piena di esperimenti culinari.
Cata
Advertisements

9 comments

  1. Mariolonza says:

    E poi se cucinare…diventa anche un modo per risentire i profumi di un tempo…meglio ancora! Un po' come la madeleine per Proust! 🙂

    Like

  2. Stefi says:

    Sono d'accordo con te,un'ottima terapia, mantre si cucina e anche dopo, quando si gusta il risultato!!! 😉
    Il tuo devo dire che ha veramente l'aria deliziosa… ma come ti sei regolata sulla quantità del burro, come l'olio?
    un beso
    StefiB

    Like

  3. gilda says:

    Amo le tortillas…:)
    Bacio grande!
    Gilda

    Like

  4. Colores says:

    qué buna pinta que tienen y de un color precioso! imagino que de sabor ya ni te cuento:-) UN BESO

    Like

  5. adoro tutto quello che viene fatto col mais!!! queste tortillas sembrano davvero deliziose! brava cata!! 🙂

    Like

  6. Valentina says:

    Adoro le arepas con la carne e la farina pan sono le mie preferite e il cioccolato ..lontano mille migliada quello che si trova qui..mi hai fatto venire una gran voglia..gnam Besos

    Like

  7. Fico e Uva says:

    Posso avere un sacchetto di quelle stelline?

    Like

  8. Non ho potuto prendere subito alla lettera il tuo suggerimento, ma nella prima mezz'ora libera mi sono data agli esperimenti culinari dopo non so più quanto tempo. Grazie perchè oltre a riempirci gli occhi di meraviglie ogni tanto ci ricordi il piacere delle cose vere e semplici.
    Sara

    Like

  9. le Frufrù says:

    Com'è vero Cata che cuccinare è terapeutico. Io quando faccio il pane o le brioches dico che vado a fare yoga :). In effetti per me è così… impastare per mezz'ora, scaldare la pasta, modellarla… a me fa stare davvero meglio e mi rilassa.

    Interessante la ricetta. Io con la farina di mais ho fatto il cornbread pudding di Marthona:). Il marito è uscito pazzo. Adora il mais! Quindi ogni ricettina che lo prevede me la segno.

    Grazie di essere passata a trovarmi.
    Buon week end.

    CHiara

    Like

Comments are closed.

%d bloggers like this: